Urbe Vesuviana, l’idea di una Urbe migliore.

Urbe Vesuviana, l’idea di una Urbe migliore.

Ritorna il Vesuvius Art, l’arte all’ombra del Vesuvio, per la IV edizione in P. zza Trivio a Sant’Anastasia.

L’evento previsto per il giorno Sabato 29 Giugno 2019 è all’insegna di Arte, musica e tanto altro.

La Manifestazione è stata promossa dall’Associazione Urbe Vesuviana di Sant’Anastasia il cui presidente è Vincenzo Di Costanzo.

L’Associazione Urbe Vesuviana nasce durante la seconda metà dell’anno 2013 da un gruppo di amici, che conosciuto il progetto Urbe iniziarono a riflettere a lungo sul da farsi.

Fu così che, mossi da quella voglia di sanare una frattura tra generazioni mai così distanti e adottato il progetto di sensibilizzare e smuovere coscienze e menti dei giovani compaesani, valorizzando al contempo eccellenze e tradizioni del posto, fondarono la sezione vesuviana di Urbe.

E’ vero, sembra un racconto fiabesco ma non esistono parole più adatte e rispondenti al vero per esprimere i sentimenti e le idee che hanno spinto questo gruppo a investire tempo e lavoro sul proprio territorio.

Restituire ai giovani la parola, anzi la possibilità di esprimersi!

Da questa idea nacque il concorso di poesia sul tema “Terra mia, Terra di… ”.

Da quel momento in poi un fiume d’idee e di progetti promossi dalla cultura, con le presentazioni di libri, l’evento “Lectura Dantis” ed un concorso di poesia; alla solidarietàcon eventi come “Schiaccia la SLA”, collaborazioni con Telethon, il progetto “La neve se ne frega..Urbe no!” organizzando un “Casinò di beneficenza”; fino all’aggregazione giovanile finalizzata a vivere il proprio paese con l’aperitivo “ViviAmo Sant’Anastasia”

Ogni giorno questo gruppo, in primis di amici, cresce mettendo l’anima in ogni azione che compie perché per questi ragazzi esiste ancora una speranza, un’ideale in cui credere, per cui lottare.

 

 

L’idea di una Urbe migliore.

Mission dell’Associazione

“…questo paese si salverà fintantoché alla stagione dei diritti seguirà la stagione dei doveri…” A. Moro
In un periodo storico tra i più critici e bui che l’età contemporanea abbia mai vissuto, tra il pessimismo e l’inerzia di chi si è convinto che il proprio destino sia ormai segnato e destinato al fallimento, Noi, che abbiamo bisogno di credere che qualcosa di straordinario sia possibile, accendiamo una luce di speranza come un faro nel mezzo di una tempesta!
Noi ci riconosciamo artefici del nostro destino, fondando sull’unione indissolubile del gruppo la nostra grande forza.
Noi crediamo nell’amicizia e nell’impegno, nella capacità di tirar fuori il meglio nei momenti più difficili, nella forza di chi non resta attonito e inerme a guardare dall’esterno un mondo che invece deve vivere da protagonista.
Noi sposiamo i grandi principi costituzionali, quelli veramente democratici e meritocratici, quei dettati che ci rendono orgogliosi della nostra carta fondamentale. Noi anteponiamo i nostri doveri ad ogni cosa per difendere i nostri diritti, vogliamo essere liberi di esprimerci, di aiutarci vicendevolmente per costruire insieme il nostro futuro.
Urbe è dedita all’essere piuttosto che all’apparire, ha in sè la forza e la rabbia di chi ora vuole davvero emergere, di chi è stanco di accontentarsi del superfluo degli altri, questo movimento vuole prendere per mano la vita di ogni suo associato e renderla “davvero viva” giorno dopo giorno.
Noi vogliamo un’Italia all’altezza dei nostri sogni e delle nostre aspettative e sappiamo che la nostra grande forza, la nostra grande possibilità è nata: il suo nome è “URBE”.
Lasciami un LIKE I Leave me a LIKE close[x]
30 seconds
Translate »