Le tecniche di base della pittura

L'olio è considerata la più completa delle tecniche

 

LE TECNICHE BASE: Per la ricchezza, la vivacità e la for­za dei colori, l’olio è considerata la più completa delle tecniche.

Il lungo tempo di essiccazione dei suoi suoi colori invita ad un lavoro riflessivo ed accurato, ma allo stesso tempo, la facilità con cui si possono correggere gli errori, rende l’olio la tecnica ideale per il principiante.

Le qualità tipiche dell’acquarello sono la freschezza e la vivacità. Molti dei suoi effetti migliori si ottengono lasciando che il fondo, generalmente bianco, risalti sotto i colori che, essendo trasparenti, acquistano una incomparabile luminosità.

La gouache (guazzo) è un derivato dell’acquarello. Mentre quest’ultimo è trasparente, i colori della gouache sono coprenti. Permette di sovrapporre strati di pitta, di cancellare e di correggere, è una tecnica fluida e di facile applicazione, eccellente per temi che richiedono una particolare elaborazione.

La tempera è una tecnica maneggevole e costituisce una «sfida» per la rapidità con cui asciuga.

È usata in particolar modo per campire (cioè per coprire con tinte piatte) superfici sulle quali è poi facile intervenire con altro colore. I colori della tempera sono forti e coprenti e presentano una superficie satinata.

Il pastello dà soddisfazioni per la purezza del colore e per l’immediatezza dei risultati: può anche essere la base per lavori ad olio.

Pastello

I pastelli sono colori asciutti. Al pigmento in polvere mescolato con gomma arabica o resina, si dà la forma di piccole barre, che si applicano direttamente sulla carta. La semplicità del materiale incide considerevolmente sul risultato finale. Il pastello si può togliere con un pennello di setole di maiale o con la gomma da cancellare. È bene, evitare ripensamenti ed impasti fra tinte diverse.

Acquarello

L’acquarello si ottiene mescolando pigmenti in polvere con gomma arabica. La combinazione risultante è solubile in acqua ma si fissa saldamente alla carta. Non si può lavorare con gli acquarelli come si lavora con l’olio poiché questi si asciugano in pochi minuti. Si ritarda l’essiccamento aggiungendo glicerina o dipingendo su carta umida.

Pittura acrilica

La pittura acrilica è la combinazione di un pigmento con una resina sintetica, che può essere acrilica o acetato di polivinile. Il prodotto è solubile in acqua e si asciuga in pochi minuti. Da quel momento non si verificano più cambiamenti nella composizione chimica o nei colori (che, di solito, asciugandosi scuriscono lievemente). La resina acrilica è fortemente collante, quindi ogni strato di pittura aderisce bene al successivo. Si può applicare su una vasta gamma di superfici, purché non lucide.

Pennino ed inchiostro

Gli inchiostri da disegno si possono usare diluiti o non diluiti nell’acqua e si vendono in una gran varietà di colori. Esiste anche una grande varietà di pennini di differenti forme e spessori. Solitamente i disegni con pennino e inchiostro si eseguono su carta liscia piuttosto pesante, satinata.

Altre tecniche di colorazione

Con la pittura acrilica gli effetti più interessanti si ottengono applicando strati trasparenti su fondi chiari, sui quali si può poi lavorare con colori a corpo.

I suoi colori sono opachi, come nel taso dell’olio, ma, come per l’olio, è possibile ottenere sottili strati per telature.

Si dice che il carboncino soddisfi «ogni necessità creativa». Permette infatti di ottenere tratti sottili e rapi di, o superfici dense e molto scure. Può esprimere l’atmosfera, la luce e, in un certo senso, anche il colore. Si cancella con facilità e consente all’immaginazione dell’artista di fluire senza vincoli.

Le tecniche fotomeccaniche e la grafica hanno riportato in auge il disegno a penna con gli inchiostri di china: è una tecnica che permette un buon effetto d’insieme e una resa accurata dei particolari Dato il gran numero di tinte in cui sono disponibili gli inchiostri, gli effetti del disegno a china possono paragonarsi a quelli della pittura.

Si può ottenere una vasta gamma di effetti con la matita di grafite, le matite colorate, e carta di differenti tipi e colori.

Le matite colorate sono particolarmente indicate per disegnare paesaggi. Una combinazione di acquerelli (per il fondo) e matita, sere una buona tecnica per rappresentare nature morte, soggetti, ecc

Gouache, olio e carboncino, le tecniche da scoprire

Gouache

La gouache, solubile in acqua, è il risultato della composizione di acquarello e di un precipitato di colore bianco. Anche in questo caso l’agente di unione è solitamente la gomma arabica, sebbene spesso oggi si aggiungano collanti anche sintetici, che rendono la tecnica simile alla tempera. Si asciuga più lentamente dell’acquarello e il risultato finale è simile all’olio opaco. I suoi colori non si alterano asciugandosi, quindi si usa spesso nei procedimenti di disegno e di riproduzione.

Olio

Il colore ad olio è la combinazione di un pigmento con una base di olio vegetale. Asciugandosi, la superficie si ossida, formando uno strato di colore omogeneo. Quando il colore è ancora umido lo si può lavorare o eliminare con la trementina. La superficie può seccarsi in meno di un’ora ma occorre fare attenzione perché gli strati sottostanti possono rimanere freschi anche per settimane.

Carboncino

Il carboncino è costituito da legno carbonizzato e si può trovare in barrette, in matite o in polvere. Si applica direttamente sulla carta e in generale si lavora con le dita, con una gomma da cancellare o con un piccolo pennello a setole dure. Dato che il carboncino si toglie e si cancella con facilità, è bene fissare il disegno dopo averlo terminato.

Tempera

La pittura a tempera, la cui origine è antecedente a quella acrilica si ottiene mescolando il colore in polvere con tuorlo d’uovo crudo e acqua distillata. La cosa migliore, oggiorno, è scegliere una buona marca e tener conto del fatto che uno strato di tempera è veramente asciutto solo dopo mesi di tempo. Un’adeguata preparazione del fondo ed una scrupolosa pulizia sono fondamentali per applicare questo tipo di pittura.

 

Condivisi sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.